top of page
  • Immagine del redattoreSamuele Storari

🌱 NON È BELLO QUEL CHE È BELLO... MA È BELLO CIÒ CHE... È NATURALE! [Filosofando con la Natura]

Aggiornamento: 20 feb



NON È BELLO QUEL CHE È BELLO...

MA È BELLO CIÒ CHE... È NATURALE!


Ritorna la rubrica “FILOSOFANDO CON LA NATURA


Oggi vorrei raccontarti una storia.


Questa storia parla di un argomento a me caro, ovvero l'ossessione alla perfezione (una mia malattia, che sto curando).


Ma andiamo per ordine, siamo arrivati già alla fine di Aprile, che mese meraviglioso!

Le prime fioriture dell'anno ci hanno accolto con molta gioia, ma non questa gioia dura per molto!


Ebbene si, nel mondo del giardinaggio esotico, non è sempre tutto perfetto, anzi!


Recito spesso una frase molto cara:


IL GIARDINAGGIO ESOTICO È PER MOLTI, MA NON PER TUTTI!

Le capacità di un appassionato dell'esotismo svariano tra più settori: botanica, climatologia, pedologia, studio dei microclimi e sopratutto tanta, ma tanta voglia di sperimentare con umiltà e dedizione specie dall'aspetto esotico resistenti al freddo.


Quando la primavera inizia ad incontrare l'estate, è il momento migliore per fare un resoconto sulla stagione invernale appena passata.


Possono essere molti i problemi riscontrati: tra i primi perdita di apici vegetativi e malattie funginee, macchiolature da freddo e necrotizazzioni a causa di ghiaccio e neve.


E' vero, ormai la società di oggi ci porta ad un pensiero uniformato sulla #perfezione.

Se non lo siamo, siamo fuori dai giochi!


Dai semplicissimi filtri fotografici passando poi alla chirurgia estetica, si fa di tutto per mostrarci agli occhi degli altri sempre più belli!


Ma alla fine che cos'è la vera bellezza?


Come tutto è molto soggettivo, ma confermo le parole del poeta Tahar Ben Jelloun, che recitava "Un viso senza rughe è un cielo inespressivo".


Rughe, smagliature, cicatrici (quelle buone) a mio avviso sono il segno delle VERE DONNE!


Ma allora perché ci ostentiamo ad essere ossessionati nel far vedere solamente quando e quanto siamo belli?




Per chi coltiva o colleziona piante alla fine è la stessa cosa!


Fateci caso: facciamo vedere sempre con molto orgoglio quanto siamo bravi a coltivarle, a farle splendere in tutta la loro bellezza... mai un'imperfezione, mai una morta!


Eppure, la prima regola che si impara dalla natura è proprio questa:

LA NATURA È PERFETTAMENTE IMPERFETTA!


Sono affascinato dalle piante malconce, quelle un pò bruttine e messe male... perché RACCONTANO LA LORO STORIA!

Mi soffermo di più a guardare con ammirazione e rispetto una pianta mezza deperita rispetto ad una comune in buono stato.


Il giardinaggio esotico è anche questo: avere la consapevolezza che NON SARÀ SEMPRE TUTTO PERFETTO!


Anzi, è proprio grazie agli errori commessi che si può migliorare, per capire cosa abbiamo sbagliato e come potremmo migliorare la prossima volta.


Buon giardinaggio esotico a tutti.


PS Ma quanto è bella l'imperfezione!


𝒮𝒶𝓂𝓊𝑒𝓁𝑒 𝒮𝓉𝑜𝓇𝒶𝓇𝒾




15 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti

Comments


bottom of page