top of page
  • Immagine del redattoreSamuele Storari

SVIZZERA: DALLA VIGNA AI MANDARINI

Aggiornamento: 5 giorni fa



SVIZZERA DALLA VIGNA AI MANDARINI:

Luc Codina, l'Agricoltore Ticinese che ha scommesso sul futuro esotico!


"Luc Codina, l'Agricoltore Ticinese che abbraccia il cambiamento: dai Vigneti ai Mandarini" di seguito il mio articolo, ispirato da quello del giornalista Patrick Mancini per Tio.ch

Monte Carasso, Bellinzona - Luc Codina, 61 anni, è uno dei viticoltori ticinesi che ha deciso di abbracciare il cambiamento radicale: ha trasformato 2.000 metri quadrati di terreno collinare, abbandonando i grappoli tradizionali per coltivare agrumi, in particolare mandarini.


La decisione di Codina è stata motivata dalla volontà di rispettare l'ambiente e di liberarsi dall'uso eccessivo di fitosanitari. La sfida è diventata sempre più difficile per i viticoltori di collina ticinesi negli ultimi anni, portando molti a rinunciare all'attività.


La scelta insolita di coltivare mandarini in Svizzera è stata guidata dalla convinzione di Codina che il terreno sia adatto, ricco e con un'ottima esposizione al sole. Ha optato per varietà particolarmente resistenti al freddo, con origini giapponesi e provenienti dal sud della Francia.


Luc Codina racconta il suo primo anno di coltivazione di mandarini come una stagione di osservazione, con i frutti raccolti soprattutto dalla varietà satsuma, apprezzata per il suo equilibrio tra acido e dolce.

La decisione di abbandonare la vigna è maturata nel tempo, con Codina e sua moglie che hanno eliminato gradualmente l'uso di erbicidi e fungicidi a favore di rimedi naturali per la produzione agricola.


Il cambiamento di Codina solleva il problema più ampio dei vigneti collinari nella Svizzera italiana, che rappresentano il 60% della superficie viticola. Davide Cadenazzi, presidente di Federviti, sottolinea che gestire questi vigneti richiede impegno, molte ore di lavoro manuale e fatica. La questione delle ore di lavoro diventa cruciale, poiché la meccanizzazione è difficile sui terreni collinari, influendo sui ricavi e sul ricambio generazionale.


Il racconto di Luc Codina rappresenta un esempio di come gli agricoltori stiano cercando soluzioni innovative per affrontare le sfide del settore viticolo in evoluzione. La sua transizione dai vigneti ai mandarini potrebbe segnare l'inizio di nuove prospettive per l'agricoltura ticinese.

Per vedere il video e l'articolo originale clicca QUI!


Cosa ne pensi di questa scelta?


 

Se ti è piaciuto l'articolo, condividilo con altri appassionati e per non perdere nemmeno una foglia delle nostre future avventure botaniche, seguiteci sui nostri CANALI SOCIAL.


Insieme, continueremo a coltivare la nostra passione per i giardini e le piante esotiche. Grazie per averci letto, e alla prossima, con sempre nuove e succose curiosità!


PS Se vuoi mandarmi un messaggio o contattarmi, puoi farlo scrivendomi QUI!

21 visualizzazioni0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page